Race Preview: Campionato del mondo a cronometro 2021

Non poteva essere che un post sulla mia disciplina di ciclismo preferita, la cronometro individuale, il primo articolo del blog.


Nei prossimi mesi cercherò di dare continuità e creare contenuti che parlino di ciclismo a 360 gradi, ma adesso veniamo a noi





Al contrario del percorso impegnativo della prova in linea maschile, il profilo altimetrico della prova contro il tempo è perfettamente pianeggiante, a meno di considerare 85 metri di dislivello su 43.3 km un percorso vallonato.




Il via sulla costa Fiamminga a Knokke-Heist e arrivo a Bruges. Un percorso veloce da specialisti, con un anello nelle campagne a nord di Bruges prima dell'arrivo in piazza Het Zand, un tempo sede del parcheggio dei bus delle squadre al Giro delle Fiandre. Incognita principale: vento, che da queste parti non manca


Riders analisys


Filippo Ganna: In teoria è il percorso ideale per difendere il titolo per Filippo. Anche se è stato battuto dallo Svizzero Kung ai recenti campionati europei, che potrebbe suggerire un periodo di forma non eccellente. Vale la pena ricordare che anche prima del Giro d'Italia Ganna non sembrava in condizione, dando dimostrazioni di forza poi in entrambe le prove contro il tempo. A mio avviso, sembra che Ganna utilizzi determinati eventi per mettere a punto la condizione in vista dei suoi obiettivi principali


Wout Van Aert: il belga è il capitano designato della sua nazionale nella prova in linea e insegue una storica doppietta. Nessuno è riuscito a conquistare tra i professionisti la prova a cronometro e quella in linea nello stesso anno. Sembra in grado di gestire la pressione e ha mostrato una forma strepitosa nell'ultima apparizione al Tour of Britain vincendo quattro tappe e la classifica generale. Ha saltato il Tour of Benelux per restare più giorni in altura e correre a ridosso delle prove iridate, quindi sembra pronto per una settima di fuoco nelle Fiandre


Dennis e Kung: forse solo loro due possono impensierire Ganna e Van Aert per la vittoria finale o un posto su podio su questo percorso. Con il campione olimpico Primoz Roglic, che si è chiamato fuori per concentrarsi sulla prova in linea e un percorso che non è adattissimo all'altro sloveno, Tadej Pogacar, sembra che la lotta per la maglia iridita contro il tempo sia una questione a quattro. Pogacar ha battuto sia Kung che Van Aert nella crono al Tour a Laval, con la pioggia, la stessa che è prevista per domenica, ma Kung sembra aver fatto il salto di qualità in questa stagione e il percorso sembra essere adattissimo alle sue caratteristiche


Remco Evenepoel: la mina vagante. Dovrebbe essere considerato tra i possibili vincitori, ma non mi è sembrato così incisivo nelle prove cronometrate come nel 2019


Programma gare a cronometro

Domenica 19 settembre Uomini Elite (43,3 km): cronometro individuale (Knokke-Heist – Bruges) Partenza ore 14:30 Lunedì 20 settembre Uomini U23 (30,3 km): cronometro individuale (Knokke-Heist – Bruges) Partenza ore 12:50 Donne Elite (30,3 km): cronometro individuale (Knokke-Heist – Bruges) Partenza ore 14:40 Martedì 21 settembre Uomini Juniores (19,3 km): cronometro individuale (Knokke-Heist – Bruges) Partenza ore 10:30 Donne Juniores (22,3 km): cronometro individuale (Knokke-Heist – Bruges) Partenza ore 14:55 Mercoledì 22 settembre Staffetta mista (44,5 km): cronometro uomini/donne (Knokke-Heist – Bruges) Partenza ore 16:45



83 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti